Per vedere il video devi aver accettato l'utilizzo dei cookie

Andrea matacena: musica, fotografia e recitazione

di Jasmine Bakouri

Ciao Andrea, comincio subito col chiederti: com’è nata la tua passione per la recitazione e per la viola? Quali sono state le tue tappe principali?
In realtà c’è sempre stata, non c’è stato un momento nella mia vita che io ricordi senza musica. Sin da piccolo, in casa, mia mamma mi faceva ascoltare la musica classica. A 8 anni ho iniziato a suonare la chitarra classica, solo per due anni però, poi ho iniziato la scuola con indirizzo musicale e suonavo il violino. Successivamente sono entrato al liceo musicale e intorno al terzo anno ho iniziato a suonare la viola perché ero molto incuriosito, provandola decisi quindi di fare questo cambiamento radicale intraprendendone lo studio. Mentre la passione per la recitazione è relativa, mi piace molto e mi diverto tantissimo ma non mi reputo attore, per essere attore bisogna studiare e anche molto. Tutto ciò che ho portato nella fiction del La Compagnia del Cigno è il frutto di una mia dote naturale, mi rendo conto di aver avuto una grande fortuna per questa opportunità, sicuramente il ruolo di Pietro richiedeva di saper suonare la viola e di essere napoletano, quindi alla fine per queste esigenze la scelta era ben poca.

A proposito di questo periodo molto delicato di pandemia, quali cambiamenti ci sono stati a livello di set?
La grande differenza è la continua esigenza di dover fare tamponi ed essere attenti nella vita quotidiana. Bisogna cercare di non vedersi con altre persone o almeno di farlo raramente, altrimenti si rischia di mettere in pericolo il lavoro di tutti.

Parlando di questa fiction, La Compagnia del Cigno 2, tu interpreti Pietro, una tra le new entry. Come ti sei approcciato al tuo personaggio? E che cosa avete in comune? 
Per me è stato abbastanza semplice, Pietro è un personaggio molto vicino alla mia persona, diciamo che è stato cucito su di me, un po’ giocherellone e certe volte un po’ inadatto. Le diversità tra me e lui sono poche, una di queste è però sicuramente quella del vestirsi perché non lo reputo un grande esperto di moda! (ride). Un’altra differenza: è un po’ donnaiolo, io sono invece molto fedele e concentrato su chi ho accanto. Lui ha diverse relazioni, prima con Simona e poi con Sara, che finiscono in modo precoce, su questo lato non è maturo, ma è una persona molto sincera. Molte scene le ho dovute rapportare ad alcune mie situazioni passate e sono dovuto rientrare nella stessa condizione psicologica. Ivan Cotroneo, il regista, mi ha dato spazio, c’erano delle linee guida ma ci ho messo tanto del mio per caratterizzarlo nelle espressioni e nel modo di fare.

E sul set con chi hai legato di più?
Quasi con tutti, è veramente una grande famiglia, non ho delle persone preferite.

Da artista, quanto, secondo te, il mondo dello spettacolo è stato compromesso a causa del Covid19?
Secondo me tantissimo. Tutte le arti sono state colpite, adesso quelli più colpiti sono i musicisti e i teatranti. Io da musicista posso dire che non faccio un concerto da prima della pandemia, è dura. Io sono stato fortunato ad avere altri lavori però ci sono molti che fanno fatica ad andare avanti. Se ci campi, con la tua arte, e non ti danno la possibilità di mostrarla e di avere un pubblico, diventa difficile. Il cinema è rallentato ma credo stia sempre producendo, inevitabilmente tendono a non iniziare nuove avventure cinematografiche, le novità immagino cerchino di non farle iniziare adesso. Questo Covid è una seccatura nel momento in cui si trova un positivo perché si deve bloccare il set, bisogna aspettare e costa tanto. Dobbiamo imparare a conviverci al meglio, siamo arrivati a un punto in cui non possiamo permetterci di fermarci a livello lavorativo.

Che consigli vuoi dare a chi vuole intraprendere questo percorso?
Non saprei che consigli dare, sicuramente quello di mettersi in gioco, andare avanti per la propria strada nonostante le difficoltà, cercare in tutti i modi di emergere. Questo significa dar meno spazio alla vita di “movida” e alla spensieratezza per concentrarsi su un possibile futuro, con lo studio e l’impegno questo avviene. Bisogna dare il 100% in ogni cosa.

Pensi che c’entri la cosiddetta fortuna?
La fortuna sì e no, il treno passa ma tu devi essere bravo a saperlo prendere. Devi sentirti pronto e preparato per salirci, quindi aspettare che passi ma farsi trovare pronti.

Cinema e teatro. Che differenze ci sono?
Sono mondi diversi, vai a sperimentare realtà diverse. Col teatro hai il piacere di interfacciarti col pubblico, puoi avere subito reazioni rispetto a quello che stai facendo, hai un riscontro immediato, positivo o negativo che sia. C’è la difficoltà di essere dal vivo e quindi di non poter sbagliare o se lo fai occorre esser capace di non farlo intendere, da questo punto di vista nel teatro è più difficile mentre nel cinema se le battute non ti vengono bene puoi ripeterle, ma comunque devi rendere conto alla fotografia che c’è dentro il cinema.

Che effetto ti fa rivederti?
È strano, non realizzi. Non ti piaci tantissimo però c’è il pensiero di aver fatto qualcosa in cui non tutti riescono. Provo gioia nel vedere le persone emozionate, possono essere i miei familiari o gli amici. Quando fai una chiacchierata e ti fanno i complimenti è piacevole, addirittura mi hanno chiamato i miei professori, uno dietro l’altro! È stato molto bello!

Progetti futuri? Dove ti vedremo prossimamente?
Di ufficiale non ho nulla. Aspettavo uscisse La Compagnia del Cigno per vedere come reagivo, proverò a fare altri provini, però sono consapevole della complessità. A livello attoriale non mi sento un artista a tutto tondo, posso sapere di avere un leggero talento ma la vita è fatta di studio, come può essere per la musica, per la fotografia, per tutto, ed è importante restare coi piedi per terra.

Per concludere ti chiedo: hai un sogno che non haiancora realizzato?
Quello che ho ricevuto è molto di più di quello che mi aspettassi dalla vita, sicuramente essere avidi non è cosa giusta, così come non lo è non cercare altri sogni nel cassetto. Se mi avessi fatto questa domanda due o tre anni fa ti avrei risposto che avrei voluto essere prima viola del teatro San Carlo. Adesso le mie priorità sono cambiate, mi piacerebbe tanto recitare qua, a Napoli, dare qualcosa alla mia città sarebbe un bel sogno da realizzare. Sul piano fotografico spero di fare mostre in giro per il mondo. Si sa, si vuole sempre di più, ma a me basta tantissimo anche così.

Jasmine Bakouri

Andrea Matacena 

Posta commento come visitatore

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

NEWS

Doppio Petto è su Amazon Prime Video
17 Feb

Doppio Petto è su Amazon Prime Video

Il mediometraggio Doppio Petto, diretto da Giuseppe Ferlito e prodotto dalla Scuola di Cinema Immagina, è disponibile su Amazon Prime Video.

Greg è disponibile su Amazon Prime Video
30 Dic

Greg è disponibile su Amazon Prime Video

Il mediometraggio Greg, diretto da Giuseppe Ferlito e prodotto dalla Scuola di Cinema Immagina, è disponibile su Amazon Prime Video.

Re minore vince il Festival Internaziona
...
14 Dic

Re minore vince il Festival Internaziona ...

Re minore, il film del regista siciliano Giuseppe Ferlito, ha ricevuto i più importanti riconoscimenti della 74esima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Salerno.

Video lezioni sulla storia del cinema
10 Feb

Video lezioni sulla storia del cinema

Le lezioni di storia del cinema si spostano online!

INFERNET AL THE SPACE DI FIRENZE
28 Apr

INFERNET AL THE SPACE DI FIRENZE

Giovedì 28 Aprile 2016 si è svolta la prima proiezione di Infernet al The Space di Firenze. Nel cast tecnico ed artistico del film, oltre ai due protagonisti Viorel Mitu e Leonardo ...
Doppio Petto è su Amazon Prime Video
17 Feb

Doppio Petto è su Amazon Prime Video

Il mediometraggio Doppio Petto, diretto da Giuseppe Ferlito e prodotto dalla Scuola di Cinema Immagina, è disponibile su Amazon Prime Video.

Greg è disponibile su Amazon Prime Video
30 Dic

Greg è disponibile su Amazon Prime Video

Il mediometraggio Greg, diretto da Giuseppe Ferlito e prodotto dalla Scuola di Cinema Immagina, è disponibile su Amazon Prime Video.

Re minore vince il Festival Internaziona
...
14 Dic

Re minore vince il Festival Internaziona ...

Re minore, il film del regista siciliano Giuseppe Ferlito, ha ricevuto i più importanti riconoscimenti della 74esima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Salerno.

VIDEO

SOCIAL

BLOG

Una storia lunga millenni

20-03-2020

VIDEO LEZIONI DI STORIA DEL CINEMA, A CURA DI GIOVANNI BOGANI

di Matteo Potenza

No comments Hits:4339

.

INTERVISTA AD ANDREA MATACE…

28-05-2021

Andrea matacena: musica, fotografia e recitazione

di Jasmine Bakouri

No comments Hits:792

.

UNA REGISTA ITALIANA IN CAL…

07-04-2021

dalla scuola di cinema immagina, un volo surreale al di là dell'oceano

di Chiara Ottanelli

1 Comment Hits:1091

.

Maria: l’attrice e la busta…

03-01-2021

dalla Scuola di Cinema Immagina al Centro Sperimentale di Cinematografia

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:2058

.

Messaggio non ipocrita per …

26-09-2020

Martina Iacomelli, dalla Scuola di Cinema Immagina al Centro Sperimentale di Cinematografia

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:2626

.

Una storia lunga millenni

20-03-2020

VIDEO LEZIONI DI STORIA DEL CINEMA, A CURA DI GIOVANNI BOGANI

di Matteo Potenza

No comments Hits:4339

.

Corso di recitazione in lin…

24-07-2018

Come completare la formazione di attore cinematografico

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:10440

.

Sul set niente appare per m…

08-04-2018

INTERVISTA A giulia parigi

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:6366

.

Intervista a Francesco Mari…

17-03-2018

INTERVISTA A FRANCESCO MARINARI

di Elena Dragoni

No comments Hits:5227

.

Hollywood tra spirito di co…

10-03-2018

INTERVISTA A CARLO QUINTERIO

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:4980

.

Sulla terra guardando il ci…

02-11-2017

GLI ALLIEVI DELLA SCUOLA DI CINEMA IMMAGINA AL 68ESIMO MONTECATINI INTERNATIONAL SHORT FILM FESTIVAL

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:4740

.

E il tuo racconto diventa u…

09-10-2017

QUANDO LE LETTERE DI LUCCAUTORI INCONTRANO IL CINEMA DELLA SCUOLA IMMAGINA

di Chiara Ottanelli

2 Comments Hits:6942

.

Sezione Alumni

07-08-2017

L'IMMAGINAZIONE NON SERVE

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:6560

.

Verso la sceneggiatura perf…

31-07-2017

UNO SCALINO DOPO L'ALTRO

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:4511

.

Il giovane attore: comincia…

16-06-2017

INTERVISTA AD UGO TORRINI

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:4714

.

Il costumista psicologo

30-05-2017

CHE VEDE I CORPI SENZA FILTRI DEGLI ATTORI. A UNA TEMPERATURA DI 45°

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:5498

.

La storia di tutte le stori…

21-03-2017

INCONTRI SULLA STORIA DEL CINEMA, A CURA DI GIOVANNI BOGANI

di Chiara Ottanelli

2 Comments Hits:6063

.

Appunti sul corso di giorna…

05-11-2016

APPUNTI SUL CORSO DI GIORNALISMO DI GIOVANNI BOGANI

di Elena Dragoni

No comments Hits:22156

.

A proposito di parole e inv…

14-10-2016

RIFLESSIONI SUL CORSO DI DOPPIAGGIO

di Elena Dragoni

No comments Hits:12531

.

Immagina(ndo) Roma

04-10-2016

UNA CHIACCHIERATA CON GLI ALLIEVI DI RECITAZIONE

di Elena Dragoni

No comments Hits:6160

.

Stage Estivo - Le Riprese

01-09-2016

UN CORTO IN 48 ORE

Backstage - Terza parte

No comments Hits:5257

.

Stage estivo - Le prove

Backstage stage estivo regia e recitazione

09-08-2016

UN CORTO IN 48 ORE

Backstage - Seconda parte

No comments Hits:6104

.

Stage estivo - prima parte

Backstage stage estivo regia e recitazione

01-08-2016

UN CORTO IN 48 ORE

Backstage

No comments Hits:6624

.

CHRISTINE UHEBE DALLA SCUOL…

Christine Uhebe Cinema Immagina

12-07-2016

CHRISTINE PARTECIPERA' AL NUOVO FILM DI COPPOLA

Intervista tradotta da Em Voga edizione Aprile 2016 numero 309

Nata e cresciuta in Juiz De Fora (Brasile), Christine è dotata di una personalità eccezionale e di grande talento. Dalla madre ha ereditato un ossessione...

No comments Hits:8016

.

Come realizzare un cortomet…

25-05-2016

I 9 PASSAGGI BASE PER LA REALIZZAZIONE DI UN CORTO

No comments Hits:5907

.

DOVE SIAMO

Per vedere la mappa di Google devi aver accettato l'utilizzo dei cookie
To see the map of Google you have accepted the use of cookies