Per vedere il video devi aver accettato l'utilizzo dei cookie

dalla scuola di cinema immagina, un volo surreale al di là dell'oceano

di Chiara Ottanelli

Una regista e sceneggiatrice visionaria che – per il momento, dato che si tratta di figure versatili e in continua evoluzione – viene positivamente definita surreale, che ama scrutare il lato meno scontato della mente umana. Una serie di cortometraggi e mediometraggi che hanno vinto un numero consistente di premi europei e internazionali, distribuiti nelle sale cinematografiche di Los Angeles. Un percorso di regia che dall’Italia e dalla Scuola di Cinema Immagina arriva, appunto, al di là dell’oceano: in California.

Per la sezione ex allievi in carriera, abbiamo intervistato Samantha Casella, regista italiana che non si è fermata. Né davanti alle critiche, né davanti ai “confini cinematografici” talvolta percepiti a livello nazionale e internazionale. Ed è riuscita non solo ad arrivare a Los Angeles e a trarre il meglio dalla città degli angeli (del cinema?), ma a comprenderne la visione cinematografica d’oltreoceano e fonderla con la propria.


Partiamo dal finale: dove vivi e che cosa stai facendo in questo momento a livello cinematografico e artistico?
Da ormai tre anni a questa parte la mia base è a Los Angeles. Ci sono arrivata per caso, dopo circa quindici anni di cortometraggi – alcuni vincitori di premi internazionali come il Premio Europeo Massimo Troisi –, documentari – come ad esempio sulla realizzazione della Via Crucis di Federico Severino al Pantheon – e video inerenti ad artisti presentati alla Biennale di Venezia. Poi mi sono presa circa quattro anni di pausa, lontano da tutto. In un certo senso è stata la vita a portarmi dove sono ora e a farmi decidere di rimettermi in gioco. E l’ho fatto: ad esempio con un cortometraggio, I Am Bansky, che è stato proiettato per un mese nelle sale di Los Angeles e ha vinto 15 premi in Festival di livello; poi con To A God Unknown che ha superato gli 80 premi vinti in Festival di tutto il mondo. Al che ho sentito che era arrivato il momento di lavorare su un lungometraggio, il cui titolo è Santa Guerra. Avendo deciso di renderlo una produzione italiana, sono tornata in Italia per girarlo. 


Quali sono tre differenze importanti tra l'Italia e gli Stati Uniti che hanno conseguenze importanti sul cinema in generale e sulla regia e la recitazione in particolare?
Credo esistano forti preconcetti nei confronti del cinema statunitense, come ad esempio che vengano realizzati o capiti solamente film poveri di contenuti. Anche se non posso dire di essere entrata nel meccanismo cinematografico made in USA, delle grandi produzioni e dei grandi eventi, se parliamo di Festival e contatti tesi a costruire qualcosa di solido per il futuro, a me è accaduto l'esatto contrario. Il mio approccio cinematografico surreale, definito pretenzioso in Italia, negli Stati Uniti è stato compreso e definito un tentativo di indagare sui lati oscuri, sulle fragilità dell'animo umano. Si tratta della mia esperienza personale e quindi fine a sé stessa: sicuramente non tutto il cinema italiano e chi ne fa parte disprezza opere meno narrative. La percezione è però che negli Stati Uniti, a ogni livello, ci sia più posto per tutti.
Conseguenza inevitabile: negli Stati Uniti il contenitore di registi emergenti o a un passo dal grande salto è vastissimo, la competizione a livelli altissimi, quindi occorre per forza anche un pizzico di fortuna, di capacità di "saper vendere" ciò che realizzi, che si tratti di una pellicola romantica, di un thriller o, un po’ paradossalmente, di un film surreale. Non intendo generalizzare, ma in Italia finché non sei arrivato pare si inneschi un sorta di omologazione implicita: il regista deve adattarsi a ciò che si pensa il pubblico voglia vedere. Negli Stati Uniti il settore cinematografico è una tale giungla: che il tuo lavoro venga preso in considerazione da un produttore oppure dall’organizzatore di un festival o da una giuria, beh, tra le pieghe dell'opera deve vedere "qualcosa che funzioni", anche nel cinema indipendente. Ripeto, sto un po’ generalizzando, perché detto così pare che venga premiata la qualità, mentre io non penso sia una questione di qualità, bensì di trovare una propria cifra, ossia una sua particolarità stilistica. Ecco, io ho trovato sincerità: negli USA, il film deve essere sincero, sia esso un film da box office o un'opera più ricercata. 


Qual è il tuo rapporto con gli attori? Quali pensi siano caratteristiche fondamentali per essere un buon regista?
Io adoro gli attori. Credo che il regista inserisca la chiave e accenda il motore, poi però il potenziale dell'auto dipenda in larga misura da loro. Penso non esista una formula magica per essere un buon attore e certamente le caratteristiche cambiano da persona a persona e nel tempo. A volte mi chiedo come il cinema italiano possa aver rinunciato ad alcuni volti che, sono certa, negli Stati Uniti avrebbero funzionato. Ad ogni modo, gli attori sono una categoria per la quale la sensibilità, l'emotività, l'intuito e l'intelligenza debbano essere costanti comuni. 
I miei primi “amori” sono stati Marlon Brando ed Elizabeth Taylor. Ora apprezzo molto DiCaprio e Christian Bale, mentre sostengo spesso che proprio noi possiamo godere delle performance della miglior attrice di tutti i tempi: Nicole Kidman. In generale sono affascinata dai volti, dalle "facce da cinema". Ad esempio, credo che Kristen Stewart sia uno dei più significativi del cinema moderno, che lei come attrice potrebbe fare qualsiasi cosa e le riuscirebbe alla grande.
A livello di registi ho tantissimi modelli: inizialmente sono stati Ingmar Bergman, Stanley Kubrick, Krsyztof Kieslowski e David Lynch, poi sono arrivata ad apprezzare Tarantino e ad avere una vera e propria venerazione per Terrence Malick. Amo i registi che esplorano i sentimenti umani, dov’è tutto un mescolarsi di luce e oscurità, di speranza e disfatta, di emozioni sospese.


Cosa pensi ti abbia dato il corso di regia alla Scuola di Cinema Immagina?
Ripeterò fino alla sfinimento che la Scuola di Cinema Immagina è stata fondamentale per la mia crescita. Non so se Giuseppe Ferlito sia il miglior insegnante di regia in assoluto, ma per me lo è stato. Questo è un dato di fatto e sono certa che nessun altro avrebbe capito la mia particolare sensibilità artistica come invece è stato in grado di fare lui. Certo, essendo un professionista della regia, oltre alla sensibilità entrano in gioco le sue competenze, la sua esperienza sul campo. Io però apprezzo innanzitutto il suo essere un uomo, un regista e un insegnante geniale, fuori dagli schemi. Quando sono uscita dal precedente corso di sceneggiatura e tecniche narrative ero un po’ avvolta nella nebbia e penso che la guida della scuola Immagina sia stata determinante per fare chiarezza.

Chiara Ottanelli

Samantha Casella 

Posta commento come visitatore

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters

Persone in questa conversazione

  • Ospite - Patrizia Danti

    : complimenti di cuore per la bellissima intervista:♥️‼️

NEWS

Stage estivo di recitazione
06 Giu

Stage estivo di recitazione

Iscrizioni aperte per lo stage estivo di recitazione cinematografica, a cura di Giuseppe Ferlito.

Corso online di sceneggiatura cinematogr
...
08 Mar

Corso online di sceneggiatura cinematogr ...

Iscrizioni aperte per il nuovo Corso online di Sceneggiatura cinematografica a cura di Lorenzo Paviano.

Doppio Petto è su Amazon Prime Video
17 Feb

Doppio Petto è su Amazon Prime Video

Il mediometraggio Doppio Petto, diretto da Giuseppe Ferlito e prodotto dalla Scuola di Cinema Immagina, è disponibile su Amazon Prime Video.

Greg è disponibile su Amazon Prime Video
30 Dic

Greg è disponibile su Amazon Prime Video

Il mediometraggio Greg, diretto da Giuseppe Ferlito e prodotto dalla Scuola di Cinema Immagina, è disponibile su Amazon Prime Video.

Re minore vince il Festival Internaziona
...
14 Dic

Re minore vince il Festival Internaziona ...

Re minore, il film del regista siciliano Giuseppe Ferlito, ha ricevuto i più importanti riconoscimenti della 74esima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Salerno.

Video lezioni sulla storia del cinema
10 Feb

Video lezioni sulla storia del cinema

Le lezioni di storia del cinema si spostano online!

Stage estivo di recitazione
06 Giu

Stage estivo di recitazione

Iscrizioni aperte per lo stage estivo di recitazione cinematografica, a cura di Giuseppe Ferlito.

Corso online di sceneggiatura cinematogr
...
08 Mar

Corso online di sceneggiatura cinematogr ...

Iscrizioni aperte per il nuovo Corso online di Sceneggiatura cinematografica a cura di Lorenzo Paviano.

Doppio Petto è su Amazon Prime Video
17 Feb

Doppio Petto è su Amazon Prime Video

Il mediometraggio Doppio Petto, diretto da Giuseppe Ferlito e prodotto dalla Scuola di Cinema Immagina, è disponibile su Amazon Prime Video.

VIDEO

SOCIAL

BLOG

Una storia lunga millenni

20-03-2020

VIDEO LEZIONI DI STORIA DEL CINEMA, A CURA DI GIOVANNI BOGANI

di Matteo Potenza

No comments Hits:3840

.

INTERVISTA AD ANDREA MATACE…

28-05-2021

Andrea matacena: musica, fotografia e recitazione

di Jasmine Bakouri

No comments Hits:270

.

UNA REGISTA ITALIANA IN CAL…

07-04-2021

dalla scuola di cinema immagina, un volo surreale al di là dell'oceano

di Chiara Ottanelli

1 Comment Hits:700

.

Maria: l’attrice e la busta…

03-01-2021

dalla Scuola di Cinema Immagina al Centro Sperimentale di Cinematografia

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:1553

.

Messaggio non ipocrita per …

26-09-2020

Martina Iacomelli, dalla Scuola di Cinema Immagina al Centro Sperimentale di Cinematografia

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:2056

.

Una storia lunga millenni

20-03-2020

VIDEO LEZIONI DI STORIA DEL CINEMA, A CURA DI GIOVANNI BOGANI

di Matteo Potenza

No comments Hits:3840

.

Corso di recitazione in lin…

24-07-2018

Come completare la formazione di attore cinematografico

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:9639

.

Sul set niente appare per m…

08-04-2018

INTERVISTA A giulia parigi

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:6206

.

Intervista a Francesco Mari…

17-03-2018

INTERVISTA A FRANCESCO MARINARI

di Elena Dragoni

No comments Hits:5094

.

Hollywood tra spirito di co…

10-03-2018

INTERVISTA A CARLO QUINTERIO

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:4831

.

Sulla terra guardando il ci…

02-11-2017

GLI ALLIEVI DELLA SCUOLA DI CINEMA IMMAGINA AL 68ESIMO MONTECATINI INTERNATIONAL SHORT FILM FESTIVAL

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:4634

.

E il tuo racconto diventa u…

09-10-2017

QUANDO LE LETTERE DI LUCCAUTORI INCONTRANO IL CINEMA DELLA SCUOLA IMMAGINA

di Chiara Ottanelli

2 Comments Hits:6804

.

Sezione Alumni

07-08-2017

L'IMMAGINAZIONE NON SERVE

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:6306

.

Verso la sceneggiatura perf…

31-07-2017

UNO SCALINO DOPO L'ALTRO

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:4366

.

Il giovane attore: comincia…

16-06-2017

INTERVISTA AD UGO TORRINI

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:4473

.

Il costumista psicologo

30-05-2017

CHE VEDE I CORPI SENZA FILTRI DEGLI ATTORI. A UNA TEMPERATURA DI 45°

di Chiara Ottanelli

No comments Hits:5336

.

La storia di tutte le stori…

21-03-2017

INCONTRI SULLA STORIA DEL CINEMA, A CURA DI GIOVANNI BOGANI

di Chiara Ottanelli

2 Comments Hits:5925

.

Appunti sul corso di giorna…

05-11-2016

APPUNTI SUL CORSO DI GIORNALISMO DI GIOVANNI BOGANI

di Elena Dragoni

No comments Hits:21946

.

A proposito di parole e inv…

14-10-2016

RIFLESSIONI SUL CORSO DI DOPPIAGGIO

di Elena Dragoni

No comments Hits:12370

.

Immagina(ndo) Roma

04-10-2016

UNA CHIACCHIERATA CON GLI ALLIEVI DI RECITAZIONE

di Elena Dragoni

No comments Hits:5959

.

Stage Estivo - Le Riprese

01-09-2016

UN CORTO IN 48 ORE

Backstage - Terza parte

No comments Hits:5096

.

Stage estivo - Le prove

Backstage stage estivo regia e recitazione

09-08-2016

UN CORTO IN 48 ORE

Backstage - Seconda parte

No comments Hits:5722

.

Stage estivo - prima parte

Backstage stage estivo regia e recitazione

01-08-2016

UN CORTO IN 48 ORE

Backstage

No comments Hits:6280

.

CHRISTINE UHEBE DALLA SCUOL…

Christine Uhebe Cinema Immagina

12-07-2016

CHRISTINE PARTECIPERA' AL NUOVO FILM DI COPPOLA

Intervista tradotta da Em Voga edizione Aprile 2016 numero 309

Nata e cresciuta in Juiz De Fora (Brasile), Christine è dotata di una personalità eccezionale e di grande talento. Dalla madre ha ereditato un ossessione...

No comments Hits:7798

.

Come realizzare un cortomet…

25-05-2016

I 9 PASSAGGI BASE PER LA REALIZZAZIONE DI UN CORTO

No comments Hits:5694

.

DOVE SIAMO

Per vedere la mappa di Google devi aver accettato l'utilizzo dei cookie
To see the map of Google you have accepted the use of cookies